IPF - Questionario per l'Individuazione del Profilo di Funzionamento - Edizioni Anicia

IPF – Questionario per l’Individuazione del Profilo di Funzionamento

25.00

Disponibile

L’esigenza di costruire uno strumento di rilevazione atto a misurare il Profilo di Funzionamento di soggetti in difficoltà (IPF), nasce proprio dalla necessità di voler offrire un supporto operativo agli educatori (genitori, docenti, psicologi, terapisti, ecc.) per esaminare le singole competenze del bambino nei diversi ambiti e per progettare azioni migliorative per l’autodeterminazione e l’inclusione.

Disponibile

Descrizione

Il processo maturativo consente alla specie umana di acquisire diverse competenze (motorie, cognitive, emotive, relazionali, ecc.) per tappe ed è essenzialmente dipendente dalla maturazione del Sistema Nervoso Centrale. I tempi e le modalità di comparsa di queste competenze sono variabili, ma, attraverso la ricerca della psicologia dell’età evolutiva, è stato possibile delineare un profilo di sviluppo che descrive, a grandi linee, le età alle quali ci si attende che un bambino acquisisca specifiche funzioni e che permette di distinguere uno sviluppo ‘tipico’ (atteso) da uno ‘atipico’ (inaspettato), anche se alcune differenze non sono necessariamente segni di atipicità, quanto piuttosto dell’unicità della traiettoria di sviluppo di ciascun individuo. Ogni bambino, infatti, è un sistema unico e irripetibile con punti di forza e di debolezza derivanti dalle sue caratteristiche personali e dalle richieste degli ambienti in cui è parte attiva che sono continuamente mutevoli e possono favorire situazioni di disagio nei processi di adattamento.
L’esigenza di costruire uno strumento di rilevazione atto a misurare il Profilo di Funzionamento di soggetti in difficoltà, nasce proprio dalla necessità di voler offrire un supporto operativo agli educatori (genitori, docenti, psicologi, terapisti, ecc.) per esaminare le singole competenze del bambino nei diversi ambiti e per progettare azioni migliorative per l’autodeterminazione e l’inclusione. Lo scopo allora del ‘Questionario per l’Individuazione del Profilo Funzionale’ (IPF) è quello di raccogliere informazioni rilevanti per la conoscenza delle abilità possedute, per la comprensione dei comportamenti che i soggetti con sviluppo atipico spesso adottano nell’interazione con l’ambiente esterno e per facilitare, così, l’implementazione di un intervento educativo-abilitativo sempre più appropriato ai loro bisogni e alle richieste di “normalizzazione”. Esso, cioè, descrive le abilità di ogni singolo individuo (in riferimento ad un criterio definito, ma indipendente da qualsiasi norma), analizza le abilità e sotto-abilità possedute dalla persona, identifica le attività che la stessa è in grado di compiere in modo autonomo e soddisfacente, e individua gli obiettivi che dovrebbero essere perseguiti in una Programmazione abilitativa e educativa (PEI).

Informazioni aggiuntive

Peso 0.3 kg
Dimensioni 17 × 24 cm
Formato:

Pagine:

Anno di pubblicazione:

Collana

Presentazione di:

Indice e Introduzione

Appendice A

Appendice A1

Appendice B

Appendice C

Appendice D

Appendice E

Appendice F

Ti potrebbe interessare…

Titolo

Torna in cima