Jesuitica Institutio | Libro pubblicato da Edizioni Anicia

Jesuitica Institutio

20.00

Disponibile

Sul moderno si stanno rivedendo oggi molti canoni ermeneutici, compreso il fenomeno politico-culturale assai complesso che è andato sotto i nomi di Controriforma o Riforma cattolica, a seconda della confessione storiografica da cui si guardava.

Disponibile

Descrizione

Sul moderno si stanno rivedendo oggi molti canoni ermeneutici, compreso quel fenomeno politico-culturale assai complesso che è andato sotto i nomi di Controriforma o Riforma cattolica, a seconda della confessione storiografica da cui si guardava. I lavori di John O’Malley e di altri storici d’Oltreoceano hanno poi fatto luce sulle insufficienze di tali etichette per cogliere appieno il transito della Chiesa nella modernità. In quel transito, hanno giocato un ruolo preminente i gesuiti e la loro possente organizzazione culturale: viva per la Compagnia, ma anche modello di istruzione e di politica educativa per gli Stati e i loro Studi. Perciò si sono qui delineati i contorni politici, teologici e pedagogici di figure di primo piano del vasto orizzonte gesuita. Acosta è stato il grande maestro degli Indios peruviani; Favre il primo tra i compagni di Ignazio a interpretare pedagogicamente i suoi Esercizi spirituali; Mariana il grande e controverso educatore di re, ma anche il teorizzatore “comunitario” della sua soppressione quando tiranno. Oltre a queste figure preminenti, si è tratteggiato il mondo dei Conimbricenses (non solo teologi o filosofi, ma anche educatori efficacissimi e corifei smaliziati di Aristotele); il medico-filosofo innatista Huarte de S. Juan e il gesuita Possevino, suo lettore “gesuitico”, acuto nel comprenderne la grandezza e nel “correggerne” l’ingegno.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.35 kg
Dimensioni 1.7 × 13 × 21 cm
Formato:

Pagine:

Anno di pubblicazione:

Presentazione di:

Collana

Titolo

Torna in cima