Appartenenza ed Identità (Atti del convegno) - Edizioni Anicia

Appartenenza ed Identità (Atti del convegno)

15.00

Disponibile

Il Convegno è stato promosso dalla COIRAG, l’Associazione che riunisce la gran parte degli Istituti Psicoanalitici che organizzano in Italia scuole di Specializzazione in Psicanalisi di Gruppo riconosciute dal MIUR e dall’Associazione Italiana Psicoterapia Cognitivo Comportamentale di Gruppo, che gestisce attualmente, in attesa dei primi riconoscimenti delle scuole di Specializzazione in Psicoterapia di Gruppo Cognitivo comportamentale da parte del MIUR, l’“Elenco degli Psicoterapeuti Cognitivo Comportamentali di Gruppo” e che, nel prossimo futuro, mira a riunire gli Istituti che organizzeranno in Italia le scuole di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale di Gruppo riconosciute dal MIUR.

Disponibile

COD: 9788867092451
Categoria:

Descrizione

Il Convegno è stato promosso dalla COIRAG, l’Associazione che riunisce la gran parte degli Istituti Psicoanalitici che organizzano in Italia scuole di Specializzazione in Psicanalisi di Gruppo riconosciute dal MIUR e dall’Associazione Italiana Psicoterapia Cognitivo Comportamentale di Gruppo, che gestisce attualmente, in attesa dei primi riconoscimenti delle scuole di Specializzazione in Psicoterapia di Gruppo Cognitivo comportamentale da parte del MIUR, l’“Elenco degli Psicoterapeuti Cognitivo Comportamentali di Gruppo” e che, nel prossimo futuro, mira a riunire gli Istituti che organizzeranno in Italia le scuole di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale di Gruppo riconosciute dal MIUR.
Il gruppo è forse la migliore scuola in cui si possa imparare a incontrare chi è diverso da noi, non alla luce di un’indifferente e fredda tolleranza, ma di una effettiva e “appassionata” capacità di confronto e di comprensione. Il gruppo presenta delle peculiari caratteristiche che facilitano lo sviluppo di relazioni, la nascita di legami identificativi, la creazione di una cultura comune e potenti meccanismi trasformativi. Il setting gruppale dà la possibilità ai partecipanti di ricreare in una sorta di microcosmo le relazioni più significative e quindi di vederle alla luce del qui ed ora, in vivo. Nel contesto del gruppo i membri possono acquisire nuove conoscenze o capacità sociali e sono più a loro agio nello sperimentarle. Come affermato dallo psicologo gesuita Martin-Barò, solo attraverso l’identificazione col Gruppo permette all’individuo, specie quando povero, sfruttato ed emarginato, di superare il suo vissuto di “impotenza” e impegnarsi, insieme agli altri, per modificare la propria condizione psicologica ed umana. Il gruppo presenta delle peculiari caratteristiche che facilitano lo sviluppo di relazioni, la nascita di legami identificativi, la creazione di una cultura comune e potenti meccanismi trasformativi. L’elaborazione delle vicende individuali avviene in relazione a quanto accade nel gruppo e ai fenomeni che nello stesso si manifestano; pertanto ogni evoluzione e crescita personale diviene un elemento utile e potenzialmente trasformativo per tutti.

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 15 × 23.5 cm
Anno di pubblicazione:

Formato:

Pagine:

Presentazione di:

,

Collana

Nessuna anteprima disponibile.

Titolo

Torna in cima