La fine dell’Educazione

19.00

Disponibile

Il tema della crisi e della «fine» è da tempo in prima pagina. Ieri poteva apparire il vezzo di una ristretta cerchia di intellettuali, oggi occupa invece spazi crescenti anche nella coscienza comune. Lo stesso mondo educativo, che mai ha goduto di particolari immunità, ne avverte le conseguenze e il disagio.

Disponibile

COD: 9788867091317 Categoria: Tag: , , , ,

Descrizione

Il tema della crisi e della «fine» è da tempo in prima pagina. Ieri poteva apparire il vezzo di una ristretta cerchia di intellettuali, oggi occupa invece spazi crescenti anche nella coscienza comune. Lo stesso mondo educativo, che mai ha goduto di particolari immunità, ne avverte le conseguenze e il disagio. Le crisi storico-sociali e culturali lo attraversano profondamente e gli impongono di ridefinire scopi e mezzi. Sempre però, indipendentemente dai paradigmi culturali dominanti, ad esso si chiede di «pensare» la crescita dell’individuo: dall’infanzia alla maturità. A tale compito di riflessione la pedagogia non può sottrarsi, soprattutto in tempi di rapide trasformazioni. Il disagio attuale dell’educazione discende dalla coscienza che una parabola storico-educativa, quella borghese, sia giunta ormai a compimento. Per diventare «adulti», allora, è necessario seguire percorsi formativi nuovi. All’individuo si chiede di esercitare presto, in prima persona, il diritto-dovere all’autoeducazione; alla famiglia e alla scuola di essere educatori in modo radicalmente nuovo. Perché nuovo è il cammino, in tempi di psicologizzazione e pedagogizzazione crescenti, che il bambino deve percorrere per diventare «adulto».

Informazioni aggiuntive

Peso 0.4 kg
Formato:

Pagine:

Anno di pubblicazione:

Collana

Presentazione di:

Traduzione di:

Torna in cima