La strategia di Lisbona nel campo dell’istruzione e della formazione

17.50

Disponibile

Il 2010 rappresenta una scadenza importante nel quadro delle politiche dell’Unione Europea, almeno nelle intenzioni. I Paesi dell’Unione, infatti, nell’arco dei dieci anni che ci separano dalla formulazione della cosiddetta “strategia di Lisbona”, avrebbero dovuto rendere l’Unione Europea “l’economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo…

Disponibile

COD: 9788873465928 Categoria: Tag: , , ,

Descrizione

Il 2010 rappresenta una scadenza importante nel quadro delle politiche dell’Unione Europea, almeno nelle intenzioni. I Paesi dell’Unione, infatti, nell’arco dei dieci anni che ci separano dalla formulazione della cosiddetta “strategia di Lisbona”, avrebbero dovuto rendere l’Unione Europea “l’economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo, in grado di realizzare una crescita economica sostenibile con nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale”. Nel quadro di questa strategia l’istruzione e la formazione sono chiamate a svolgere un ruolo per molti versi privilegiato. Cercare di tracciare un bilancio delle politiche e delle azioni di questi dieci anni in campo educativo/formativo è l’idea che ispira la nascita di questo libro. Tentativo non facile sia per la complessità dei problemi da affrontare sia per le modalità di monitoraggio non sempre omogenee e coerenti sia per la natura stessa degli indicatori utilizzati per misurare e valutare lo sviluppo delle azioni e il grado di conseguimento degli obiettivi. I risultati, almeno per quanti si occupano a vario titolo di educazione e di formazione, sono abbastanza evidenti e, alla luce degli aspetti quali/quantitativi degli obiettivi stabiliti, in linea di massima abbastanza deludenti. Ma questo dato non riguarda tutti i Paesi dell’Unione, in quanto in alcuni casi ci troviamo di fronte a risultati molto positivi. Se però spostiamo l’attenzione dal vasto scenario dell’Europa a ventisette alla più specifica situazione del nostro Paese la preoccupazione risulta ancora maggiore. Infatti, nonostante alti e bassi, nessuno dei cinque obiettivi fissati dal Consiglio di Lisbona è stato conseguito e in genere ci troviamo abbastanza lontano dalla meta.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.5 kg
Formato:

Supporto multimediale:

Pagine:

Anno di pubblicazione:

Presentazione di:

Collana

Titolo

Torna in cima