Collane

Collane

  • Novità

L'impegno necessario. Filosofia Politica Educazione in Luigi Credaro

9788873462682

Forse per la sua singolare complessità, l’itinerario biografico e intellettuale di Luigi Credaro non è stato sinora oggetto di un’organica ricostruzione storico-educativa. E’ prevalso il Credaro “politico della scuola”, in specie il Ministro della P. I. (1910-1914) autore, assieme a Daneo, della legge 4 giugno 1911, n. 487, che sancì la parziale avocazione delle scuole elementari allo Stato.

Autore: Marco Antonio D'Arcangeli

21,00 €

  • Politiche per la sicurezza (modificale con il modulo "Rassicurazioni cliente") Politiche per la sicurezza (modificale con il modulo "Rassicurazioni cliente")
  • Politiche per le spedizioni (modificale con il modulo Rassicurazioni cliente) Politiche per le spedizioni (modificale con il modulo Rassicurazioni cliente)
  • Politiche per i resi merce (modificale con il modulo Rassicurazioni cliente) Politiche per i resi merce (modificale con il modulo Rassicurazioni cliente)

Forse per la sua singolare complessità, l’itinerario biografico e intellettuale di Luigi Credaro (Sondrio, 1860 – Roma, 1939) non è stato sinora oggetto di un’organica ricostruzione storico-educativa.

E’ prevalso il Credaro “politico della scuola”, in specie il Ministro della P. I. (1910-1914) autore, assieme ad Edoardo Daneo, suo predecessore alla “Minerva”, della legge 4 giugno 1911, n. 487, che sancì la parziale avocazione delle scuole elementari allo Stato. Solo con difficoltà viene emergendo il ruolo, pure decisivo, giocato dall’“organizzatore di cultura” nel dare voce, con la “Rivista Pedagogica” da lui fondata e diretta dal 1908 al ’39, a quel “fronte antidealistico della pedagogia italiana” che rappresentò l’unica consistente alternativa, nel primo ‘900, all’attualismo gentiliano; e di recente la riscoperta del Credaro “professore”, ordinario di Pedagogia alla “Sapienza” di Roma dal 1902 al ‘35, sembra poter riaprire il discorso sullo “studioso”.

Muovendo in questa direzione, il volume propone la ricognizione di un ampio tratto del percorso intellettuale di Credaro, volta ad illustrare i più significativi passaggi di una “formazione” che sfocia, nei decenni a cavallo fra ‘800 e ‘900, nella “conversione” dalla ricerca filosofica e storiografico-filosofica alla teoresi educativa e all’impegno politico. Nelle dinamiche ideali che presiedono a tale “svolta”, e ne determinano gli esiti, la parabola di Credaro evidenzia per l’autore tutto il suo interesse, ponendosi come emblematica dei “destini” di una intera generazione di intellettuali.

9788873462682

Scheda Dati

Altezza:
24 cm
Larghezza:
15 cm
Formato:
rilegato
Peso:
0,55 kg
Pagine:
344
Anno di pubblicazione:
2004

5 altri libri nella stessa categoria: