Collane

Collane

Coltura degl'Ingegni

9788873465164

Si dà qui una prima trascrizione della Coltura degl'Ingegni del Possevino. Edito nel 1598 a Vivenza, questo testo restituisce in parte quel complesso dibattere che ha attraversato tutto il Cinquecento e ne da significativa testimonianza.

Autore: Antonio Possevino

A cura di: Cristiano CasaliniLuana Salvarani

Presentazione: Francesco Mattei

22,00 €

 

 

 

Si dà qui una prima trascrizione della Coltura degl'Ingegni del Possevino. Edito nel 1598 a Vivenza, questo testo restituisce in parte quel complesso dibattere ed argomentare che ha attraversato tutto il Cinquecento: dall'esaurirsi del paradigma dell'Umanesimo Quattrocentesco alla Riforma luterana, dal Concilio di Trento a tutto il movimento della Controriforma. E in questa frastagliata e polimorfa "riforma cattolica", un posto di rilievo occupano naturalmente la compagnia di Gesù e i suoi uomini più rappresentativi. Tra questi è presente e freneticamente operante Antonio Possevino, gesuita mantovano, diplomatico al servizio di diversi pontefici, segretario della compagnia di Gesù, ma soprattutto fondatore indefesso di collegi ed università e scrittore prolifico e non sempre di "scuola". Possevino è figura prismatica, poliedrica, fortemente caratterizzata. Ha attraversato tutto il dopo concilio di Trento con la determinazione del combattente della fede e con la consapevolezza acuta della rilevanza della cultura nell'ordinamento politico delle società e nella formazione delle singolarità.Perciò dialoga con i grandi del tempo. Sullo sfondo si intravedono Vives, Lutero, Erasmo, Pico, Comenio, Huarte e quanti facevano storia: storia politica, storia religiosa, storia culturale... e "storia della formazione". Perciò egli si muove per influenzare teste e cuori. E perciò fonda collegi e università. Profondamente convinto che la battaglia religiosa non sarà vinta sul principio del cuius regio, ma sulla formazione delle culture, egli giocherà tutte le sue carte sull'istruzione e l'educazione: in direzione di un pronunciato favore per il libero arbitrio, e nella prospettiva di un necessario allargamento dei fruitori di cultura e di idonee e qualificate istituzioni culturali. Questo testo ne da significativa testimonianza.

9788873465164

Scheda Dati

Altezza:
24 cm
Larghezza:
15 cm
Formato:
brossura
Peso:
0,5 Kg
Pagine:
246
Anno di pubblicazione:
2008
Presentazione di:
Francesco Mattei

5 altri libri nella stessa categoria: